Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

Continua a salire la tensione tra Mosca e Kiev

Ucraina: i centri per il reclutamento presi d'assalto


Ucraina: i centri per il reclutamento presi d'assalto
05/03/2014, 10:05

KIEV (UCRAINA) - Immagini di propaganda (come asserisce la stampa russa) oppure immagini reali? Difficile dirlo dall'Italia, ma secondo il governo di Kiev i centri per il reclutamento nella parte occidentale dell'Ucraina sono stati letteralmente presi d'assalto da giovani disposti a sacrificare la vita, per difendere il proprio Paese da un eventuale attacco russo. Addirittura quello di Kiev è stato chiuso, perchè le richieste superavano le disponibilità effettive dell'esercito. 

Intanto il presidente americano Barack Obama ha avuto una lunga telefonata con la cancelliera tedesca Angela Merkel, cercando di sfruttare i contatti storici che in economia la Germania ha con la Russia per cercare di ammorbidire l'intransigenza di Putin. Il quale ieri ha dato ordine di interrompere le esercitazioni vicino al confine tra Russia ed Ucraina, che si tenevano alcuni giorni. Ma restano i soldati entro il confine ucraino, anche se le ultime truppe arrivate non portano i normali distintivi che le qualificano come truppe russe, sicchè Putin può sempre negare che siano soldati del proprio Paese. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©