Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

L'Ue pronta ad intervenire sulle tensioni con la Russia

Ucraina, Iulia Timoshenko si candiderà alle presidenziali

Intanto Kiev chiederà estradizione di Ianukovich

Iulia Timoshenko
Iulia Timoshenko
28/02/2014, 14:43

KIEV – Torna a salire la tensione in Ucraina. A Kiev salgono i toni tra il nuovo Governo e la Russia di Putin. Il tema è l’annoso problema legato alla regione autonoma di Crimea, zona abitata in prevalenza da russofoni che non hanno gradito la svolta 'europeista' avvenuta nella capitale. Lo spettro è dunque quello della scissione.

L’INTERVENTO DEL’UE. L'Unione Europea, a quanto si apprende da un portavoce, “è pronta a firmare l'accordo di associazione con l'Ucraina in ogni momento purché le autorità ucraine lo chiedano con una decisione sovrana". Si considera infatti "legittimo" il governo transitorio che ha ottenuto con una "decisione costituzionale" la fiducia della Rada, ritenuta "l'istanza legittima" in Ucraina.

TIMOSHENKO. Intanto la rivoluzionaria Iulia Timoshenko annuncia che si candiderà alle presidenziali ucraine fissate per il prossimo 25 maggio. Lo fa sapere l'ex pugile Vitali Klitschko, leader del partito 'Udar', alleato di Timoshenko. Anche Klitschko ha più volte annunciato di volersi candidare alla presidenza.

IANUKOVICH. Tanto per mettere le cose in chiaro la procura generale ucraina chiederà l'estradizione del deposto presidente Ianukovich, ricercato per omicidi di massa durante la repressione della rivolta di piazza, se la sua presenza sarà confermata ufficialmente in Russia. Lo si legge nel sito della stessa procura. Ianukovich, a quanto pare, terrà una conferenza stampa di un'ora alle 17 di Mosca (le 14 in Italia) a Rostov sul Don, Russia meridionale, al confine con l'Ucraina. Il luogo è la sala 'Ametist' del Vertolexpo, il centro espositivo, riferisce il suo entourage.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©