Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

Per il momento si contano 27 feriti, tra cui bambini

Ucraina: la città Dnipropetrovsk sconvolta da dieci esplosioni


Ucraina: la città Dnipropetrovsk sconvolta da dieci esplosioni
27/04/2012, 16:04

KIEV – Paura e disordine in Ucraina, dove una serie di esplosioni hanno colpito la città industriale di Dnipropetrovsk. Allo stato attuale il bilancio dei feriti conta 27 persone (tra questi vi sarebbero diversi bambini), ma l’agenzia di stampa russa “Itar-Tass” ci tiene a precisare che questa cifra potrebbe crescere con il passare delle ore. Secondo le autorità si è trattato di un attacco terroristico: in tutto le esplosioni sono state dieci, ad intervalli di mezz’ora una dall’altra. A quanto pare, la prima bomba, nascosta in un cestino della spazzatura, è scoppiata ad una fermata del tram, poi ne sono seguite altre nove in diversi punti della città, fra cui un parco e un cinema. Dnipropetrovsk appare ora come una città sotto assedio con le scuole e la stazione ferroviaria chiuse, telefoni cellulari che non funzionano e gli agenti di polizia che controllano i cestini della spazzatura e qualsiasi pacco sospetto nel timore di altri ordigni. “Una sfida lanciata al Paese intero”: è così che il presidente ucraino, Viktor Ianukovich, ha definito le esplosioni. “Io - ha detto Ianukovich - so le stesse cose che sapete voi. Per il momento non ci sono informazioni aggiuntive, sappiamo che ci sono state delle esplosioni e comprendiamo che si tratta di una sfida lanciata al Paese intero”.

Commenta Stampa
di Antonio Formisano
Riproduzione riservata ©