Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

Scontri tra filorussi e sostenitori dell’unità Paese

Ucraina: scontri nella notte, 3 morti

Episodio a meno di 40 ore da referendum Crimea

Ucraina: scontri nella notte, 3 morti
14/03/2014, 13:50

KIEV -  Nei pressi di Donestsk, in Ucraina,  durante gli scontri tra filorussi e sostenitori dell’unità del Paese verificatosi nella notte,  sono morte 3 persone. L’episodio tragico a meno di 40 ore dalle votazioni per il referendum relativo l’ingresso della Crimea in Russia. Le elezioni sono previste per domenica 16 marzo e l’atmosfera lungo le strade dell’Ucraina continua ad essere decisamente incandescente.

Nel frattempo la Russia ha chiesto all’Ocse di “rinunciare alla prassi dei doppi standard” e di accogliere l’invito delle autorità di Crimea a mandare osservatori per il referendum sull’indipendenza da Kiev, mentre in  merito agli scontri avvenuti a Donetsk, il Cremlino fa sapere che si “riserva il diritto di proteggere i propri connazionali”. Nella nota del ministero degli esteri si legge:  “La Russia è consapevole della propria responsabilità per la vita dei concittadini in Ucraina”.

Tutto questo succede mentre  i  caccia e gli elicotteri russi hanno iniziato una serie di voli di addestramento sul Mediterraneo orientale. Da quanto si apprende dall’agenzia Interfax che cita il  portavoce russo Vadim Serga, nelle esercitazioni è coinvolta la portaerei della Flotta settentrionale, Ammiraglio Kuznetsov, e che le manovre prevedono tecniche e tattiche di battaglie aeree, senza però fare alcun cenno alla corrente crisi con l’Ucraina.

Si legge ancora che  la Marina americana ha mandato un cacciatorpediniere lanciamissili  nel  Mar Nero. Ma  anche gli americani precisano  che il dislocamento era stato programmato prima che scoppiasse la crisi.

Commenta Stampa
di Rosario Scavetta
Riproduzione riservata ©