Dal mondo / America

Commenta Stampa

Il presidente: "Era mio dovere indagare su Biden"

Ucraina-gate: Trump chiese aiuto contro Biden alla Cina


Ucraina-gate: Trump chiese aiuto contro Biden alla Cina
04/10/2019, 17:46

WASHINGTON (USA) - Continua a complicarsi la vicenda dei tentativi del presidente Usa Donald Trump di screditare il suo avversario democratico Joe Biden in vista delle elezioni presidenziali del 2020. Infatti, secondo la Cnn, Trump telefonò anche al presidente cinese Xi Jinping, per chiedergli informazioni atte a screditare non solo Biden, ma anche Elizabeth Warren, altra candidata democratica alla Casa Bianca. E proprio la Warren ha chiesto via Twitter che Trump esibisca la trascrizione della telefonata del 18 giugno col presidente cinese, per sapere esattamente cosa si sono detti. 

La risposta arriva via Twitter dallo stesso Trump: "In qualità di presidente degli Stati Uniti, ho un diritto assoluto, forse anche il dovere, di indagare o  aver indagato sulla corruzione, e questo comprende chiedere, o  suggerire, ad altri Paesi di darci una mano". In realtà, interferire con le elezioni in corso è l'ultima cosa che deve fare un Presidente, secondo le norme etiche (e forse anche quelle penali) in vigore negli Usa. Il rischio è che con queste dichiarazioni, chiaramente pensate per accreditare la propria immagine di uomo forte, Trump stia fornendo munizioni all'opposizione per la procedura di impeachment. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©