Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

Ieri giornata di scontri sanguinari

Ucraina/Kiev:c'è accordo tra Yanukovich e opposizione-Video

Icona della tragedia, l’infermiera Olesya Zhukovskaya


Ucraina/Kiev:c'è accordo tra Yanukovich e opposizione-Video
21/02/2014, 15:26

KIEV - UCRAINA (Aggiornamento)  - Firmato l'accordo tra il presidente ucraino Viktor Ianukovich e i rappresentanti delle opposizioni per mettere fine alle violenze. L'accordo raggiunto prevede elezioni anticipate, la riforma della Costituzione e la formazione di un governo di unità nazionale. Si tornerà al testo del 2004 ha annunciato Yanukovich che limita i poteri presidenziali a vantaggio del parlamento e del governo.

La firma arriva dopo l'inziale rifiuto di Piazza Maiden ad ogni compromesso; un no all'accordo che era arrivato via twitter. Poi il via libera degli attivisti viene annunciato dai ministri degli Esteri della Germania e della Polonia, che hanno partecipato alle trattative: gli attivisti di piazza Maidan hanno accettato il compromesso e hanno incaricato i leader dell'opposizione di firmare l'accordo con il presidente. La conferma della firma dell'accordo arriva da uno dei leader anti-governativo, il nazionalista Oleg Tiaghnibok.

KIEV (UCRAINA)  - I ministri degli Esteri dell'Ue, il presidente ucraino Viktor Yanukovich e i leader dell'opposizione,  dopo un negoziato andato avanti tutta la notte,  hanno trovato un accordo sulla crisi a Kiev.

La presidenza ha fatto sapere in un comunicato che l'accordo sarà  firmato a mezzogiorno, le 11 in Italia, ma non ha fornito altri dettagli. L'opposizione e la troika Ue non hanno per il momento confermato nulla, ma fonti diplomatiche europee poco prima avevano reso noto che le trattative erano "molto difficili" ed erano state sospese per qualche ora.

Con tre ministri degli Esteri Ue (Francia, Germania e Polonia) a Kiev e gli altri riuniti in emergenza a Bruxelles per decidere il da farsi, ieri, si e' vissuta una vera e propria giornata di guerra tra le strade di Kiev che sgretolava la tregua annunciata. Colpi d'arma da fuoco e lanci di molotov tra polizia e manifestanti hanno prodotto una carneficina. L'icona della tragica giornata ,  l'ultimo tweet di Olesya Zhukovskaya, infermiera di 21 anni: "Muoio": ha fatto in tempo a scrivere prima di accasciarsi a terra.

Commenta Stampa
di Rosario Scavetta
Riproduzione riservata ©