Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

Causa fallimento questioni mediorientali

Ue: Arabia Saudita rinuncia a seggio Consiglio sicurezza


Ue: Arabia Saudita rinuncia a seggio Consiglio sicurezza
18/10/2013, 14:57

RIYADH  - In una dimostrazione di rabbia senza precedenti per il fallimento della comunità internazionale relativamente alla guerra in Siria e altre questioni mediorientali, l'Arabia Saudita, ha annunciato che non accetterà il suo seggio al Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite. Il regno ha condannato quello che ha definito il doppio standard sul Medio Oriente e ha chiesto riforme per il consiglio di sicurezza. La frustrazione di Riyadh è soprattutto diretta verso Washington, il suo più vecchio alleato internazionale, che dalla primavera araba ha perseguito politiche a cui i governanti sauditi si sono aspramente opposti e che hanno gravemente danneggiato le relazioni con gli Stati Uniti, secondo gli analisti. L'Arabia Saudita è risentita anche per il riavvicinamento tra l'Iran, suo antico nemico, e gli Usa, cominciato il mese scorso con una telefonata tra il presidente Barack Obama e il nuovo presidente iraniano Hassan Rouhani, i contatti di più alto livello tra i due paesi in oltre 30 anni. Facendo riferimento al fallimento del consiglio di sicurezza Onu nel risolvere la disputa israelo-palestinese, nel fare passi per mettere fine alla guerra civile siriana e nel fermare la proliferazione nucleare nella regione, Riyadh ha spiegato che il consiglio invece perpetua conflitti e problematiche.

Commenta Stampa
di Rosario Scavetta
Riproduzione riservata ©