Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

Sono aiuti di stato per "l'azienda Chiesa"

Ue: Italia sotto infrazione per gli sconti Ici al Vaticano


Ue: Italia sotto infrazione per gli sconti Ici al Vaticano
24/09/2010, 11:09

BRUXELLES (BELGIO) - Nuova procedura di infrazione aperta contro l'Italia dall'Unione Europea. Questa volta per "aiuti di Stato all'azienda Chiesa" come viene definita. Il riferimento è alla legge del 2005 con cui il governo Berlusconi abolì l'Ici per tutti i fabbricati di proprietà del Vaticano (circa 100 mila). Inoltre tutte le strutture commerciali hanno anche uno sconto dell'Ires del 50%. Questo provoca un vantaggio economico per il Vaticano di circa 2 miliardi di euro all'anno, che l'Europa considera un aiuto di Stato e quindi una cosa illegale.
Ora l'Italia ha un mese per consegnare le proprie controdeduzioni; dopo di che l'Unione Europea avrà 18 mesi per esaminarle e decidere se sanzionare o no l'Italia. In questo caso sarà compito del nostro governo farsi restituire le tasse finora non pagate dalla Chiesa. Che nel caso dell'Ires sarà problematicpo, essendo una legge che risale agli anni '50, prima che si creasse la CEE e quando l'Unione Europea la si trovava solo in qualche romanzo di fantascienza.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©