Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

UE: L'AGGRAVANTE DI CLANDESTINITA' VA ELIMINATA DALLA LEGGE ITALIANA


UE: L'AGGRAVANTE DI CLANDESTINITA' VA ELIMINATA DALLA LEGGE ITALIANA
17/09/2008, 13:09

C'è un argomento di cui in Italia non si parla, ma che scatena fuoco e fiamme in Europa: le misure del pacchetto sicurezza voluto dal governo Berlusconi lo scorso giugno. E in particolare l'introduzione di una legge assolutamente discriminatoria, quale l'aggravante di essere clandestini, che si traduce nel fatto che se un italiano commette un reato, ha una certa pena; se lo stesso reato viene commesso da una persona che sfortunatamente è nata fuori dall'Europa, la pena è maggiore. Appare evidente che questa è semplicemente discriminazione.

Ed oggi tocca Michele Cercone, portavoce di Jacques Barrot, Commissario alla Giustizia, Libertà e Sicurezza, ricordare che l'aggravante del reato di clandestinità non è assolutamente in linea con i principi europei e quindi va eliminato o quanto meno pesantemente modificato. Sarà la volta buona che il governo italiano dia ascolto alle istituzioni europee? Finora, quando sono giunte queste critiche, la risposta del governo e della maggioranza che comanda in Italia è stata volgare e scortese e si può riassumere in un: fatevi i fatti vostri, perchè non capite niente.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©