Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

Lite di dichiarazioni tra l'Italia e l'Unione Europea

Ue: "Offerto aiuto all'Italia per i migranti tunisini, hanno detto di no"

Maroni: "Non è vero, ora facciamo una strategia"

Ue: 'Offerto aiuto all'Italia per i migranti tunisini, hanno detto di no'
14/02/2011, 13:02

E' scontro ancora una volta tra l'Italia e l'Unione Europea. Questa volta l'oggetto del contendere sono gli sbarchi dei migranti provenienti dalla Tunisia. Nei giorni scorsi più volte si era sentito il Ministro degli Interni Roberto Maroni lamentarsi del fatto che l'Europa non si stava interessando alla vicenda e non aveva risposto alle sue richieste di aiuto.
Ma oggi gli risponde la Commissaria europea agli Affari interni, Cecilia Malmstrom, che ha detto ai giornalisti: "Sono stata formalmente in contatto sabato scorso con le autorità italiane, a cui ho chiesto in che modo la Commissione poteva fornire sostegno. La loro risposta è stata 'no grazie, in questo momento non ne abbiamo bisogno. Anche se Maroni ha rifiutato il nostro aiuto, la Ue è sempre disponibile a sostenere l'Italia per far fronte all'eccezionale pressione di flussi migratori dalla Tunisia".
A breve giro di posta arriva la risposta di Maroni, attraverso la sua portavoce Isabella Votino: "Non è vero che l'Italia ha rifiutato l'aiuto offerto dalla Commissione europea. Maroni e Malmstrom si sono sentiti sabato scorso e il ministro ha avanzato alcune richieste, peraltro non nuove: l'intervento di Frontex per controllare il Mediterraneo, gestire i centri per gli immigrati e rimpatriare i clandestini, nonché il rispetto del principio del 'burden sharing', che cioè siano tutti i Paesi dell'Unione a farsi carico di rifugiati e clandestini. Rispetto a queste richieste per ora non abbiamo avuto risposta. In ogni caso non è nostra intenzione polemizzare con la commissaria Malmstrom, che anzi Maroni ha più volte elogiato. Ma la critica è rivolta più in generale all'Europa, dalla quale ci aspettiamo che passi dalle parole ai fatti, dando risposte concrete alle richieste da tempo avanzate dall'Italia".

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©