Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

Valido per tutti i voli che partono con ritardo oltre 3 ore

UE: rimborso di 600 euro se l'aereo è lento


UE: rimborso di 600 euro se l'aereo è lento
20/11/2009, 10:11

Una decisione della Corte Europea di Giustizia potrebbe rivoluzionare il mondo del volo aereo, almeno per quanto riguarda i ritardi. Infatti finora, nel caso in cui aerei partissero con ore di ritardo, le compagnie aeree se la cavavano - nella peggiore delle ipotesi - con un panino o un buono pasto dato ai passeggeri. A meno che non si trattasse di passeggeri in overbooking (le compagnie aeree sono solite prendere più prenotazioni di quanti siano i posti presenti in aereo, in modo che se qualcuno manca, non ci siano posti vuoti sugli aerei. Coloro che a causa di questo non possono prendere l'aereo, vengono detti "in overbooking", ndr), per i quali invece un ritardo protratto poteva significare un rimborso. Ma adesso la Corte Europea di Giustizia ha stabilito che questa disparità è ingiusta, per cui tutti i passeggeri hanno diritto al rimborso, se il ritardo dell'aereo all'arrivo supera le 3 ore. Rimborso che è di 250 euro, se il volo è inferiore ai 1500 Km.; è di 400 euro se il volo è intracomunitario oltre i 1500 Km. o internazionale tra i 1500 e i 3500 Km.; di 600 euro se il volo è internazionale oltre i 3500 Km.
Inoltre ha stabilito che questo rimborso non sarà dovuto solo in caso di eventi eccezionali, che sfuggono a qualsiasi previsione e sarebbero capitati qualunque siano state le precauzioni adottate dal vettore aereo. Ma - aggiunge la corte - l'avaria di un aereo non è compresa tra questi casi.
La notizia rischia di essere tragica soprattutto per Alitalia, dato che a Fiumicino partono in ritardo circa il 50% degli aerei; e che in Italia, in media, parte in ritardo un aereo ogni tre.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©