Dal mondo / Africa

Commenta Stampa

Vittima di una campagna popolare contro gli omosessuali

Uganda: attivista gay massacrato in casa

Il suo nome uscito su una black list su un giornale omofobo

Uganda: attivista gay massacrato in casa
27/01/2011, 20:01

KAMPALA (UGANDA) - David Kato, 43 anni, uno dei più noti attivisti gay dell'Uganda, è stato ucciso nella sua abitazione di Kampala. Qualcuno è entrato in casa verso le 13 e l'ha colpito ripetutamente, lasciandolo gravemente ferito. Poi l'uomo è morto durante il trasferimento in ambulanza in ospedale, nel tentativo di salvargli la vita. Non si sa chi sia stato l'assassino, perchè in quel momento nessuno era in casa con Kato.
Tuttavia c'è un particolare inquietante. Il nome di David Kato è entrato nella black list di 100 nomi di persone gay, uscite su un diffuso giornale omofobo ugandese, Rolling Stones. Infatti l'Uganda è uno di quei Paesi in cui è in vigore una forte campagna contro i gay, che spesso aizza contro di loro l'odio del popolino più ignorante e manipolabile. Infatti non è il primo caso in quel paese, di violenza, di singoli o di gruppo contro i gay. Il tutto senza che il governo faccia nulla per impedire questa furia.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©