Dal mondo / Africa

Commenta Stampa

Elencati nomi e cognomi

Uganda, giornale pubblica "black list" di 200 "top gay"

L'articolo in prima pagina titola: "Scoperti!"

Uganda, giornale pubblica 'black list' di 200 'top gay'
25/02/2014, 15:21

Kampala – Incredibile ma vero. Arriva dall’Uganda una notizia che ha dell’assurdo. Un giornale pubblica una lista con 200 “Top gay” del Paese con tanto di nomi e cognomi. A rendere ancor più scomoda la loro posizione è che la “notizia” è stata piazzata in prima pagina con il titolo: "Scoperti!". Il tutto arriva in un clima di assoluta intolleranza sul personale gusto sessuale, all'indomani della firma della legge anti-omosessuali da parte del presidente. Pronto l’intervento dello stesso Capo di Stato, Yoweri Museveni, che ha definito "disgustosi" gli omosessuali.

LA LISTA. Nell’articolo viene citato anche un prete cattolico, un cantante hip-hop e importanti attivisti omosessuali fra cui Pepe Julian Onziema il quale da tempo sostiene che la legge anti-gay potrebbe scatenare la violenza contro gli omosessuali. Pochissimi gay in Uganda fanno “outing” e la pubblicazione della lista da parte del tabloid ricorda a molti una lista simile resa nota nel 2011 da un altro tabloid, poi chiuso, che chiedeva l'esecuzione dei gay. Nel difendere la legge il presidente Museveni ha detto che la misura era necessaria in quanto l'Occidente stava promuovendo l'omosessualità in Africa.

L’INTERVENTO DEGLI USA. Una forte condanna alla legge anti-gay è stata espressa dal segretario di Stato Usa John Kerry, il quale ha definito la firma da parte del presidente "un tragico giorno per l'Uganda e per tutti coloro ai quali stanno a cuore i diritti umani". Kerry ha avvertito che gli Usa potrebbero tagliare gli aiuti al Paese.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©