Dal mondo / Medioriente

Commenta Stampa

Pur essendo coevi, la tessitura è differente

Un sudario dell'epoca di Cristo sbugiarderebbe la Sindone


Un sudario dell'epoca di Cristo sbugiarderebbe la Sindone
16/12/2009, 13:12

GERUSALEMME - E' difficile pensare che un tessuto riesca a conservarsi intatto per 2000 anni, senza alcuna cura particolare. E invece è quello che è successo ad un sudario, ritrovato mesi fa, mentre scavavano una tomba a Gerusalemme Est, nel famoso Campo degli Ulivi, quello dove secondo la Bibbia Giuda Iscariota si impiccò, dopo averlo acquistato con i 30 denari. Esaminato con la massima accuratezza (radioisotopi e carbonio-14 per verificare la datazione, esame delle spore presenti per la localizzazione temporale e geografica, Tac e così via), si è rivelato di epoca più o meno equivalente a quella in cui visse Gesù. Ma l'esame ha anche dimostrato che si trattava di un tessuto cucito in maniera molto semplice, con soli due fili, che formano trama e ordito. Invece la Sacra Sindone, per quel poco che è stato concesso di esaminare, è formata da molti fili, intrecciati in maniera complessa.
Ora stiamo parlando di un semplice telo, utilizzato per coprire i morti e pensato per avere un solo utilizzo. Una volta che il cadavere fosse finito nel cimitero, il telo sarebbe stato lasciato lì, perchè i fluidi che esono dal corpo umano dopo la morte sono ricchi di batteri nocivi. Allora perchè quello di Gesù avrebbe dovuto essere fatto in una maniera particolare? Se la normalità era quello di lavorare con due soli fili (tipico di un lavoro artigianale) perchè se ne sarebbero dovuti usare di più, cosa che probabilmente richiede l'intervento di molte persone? Invece dopo il medioevo, anche i tessuti formati da più fili intrecciati divennero normali, grazie all'uso dei moglioramenti tecnologici eseguiti.
Di conseguenza appare più facile pensare che
la Sacra SIndone sia un manufatto ben più recente dei 2000 anni che gli vengono assegnati.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©