Dal mondo / Medioriente

Commenta Stampa

Le organizzazioni no profit porteranno cibo ai palestinesi

Una flotta della pace proverà a rompere il blocco navale a Gaza


Una flotta della pace proverà a rompere il blocco navale a Gaza
06/04/2010, 17:04

ISTANBUL - Si sta preparando a partire da Instanbul un convoglio per rompere il blocco navale che Israele impone a Gaza con le sue motovedette, per impedire che vengano portati viveri e medicinali ai palestinesi. Ad organizzarla molte organizzazione pacifiste e no profit: la "Insani Yardim Vakfi" (Ihh), la “European Campaign to end the siege on Gaza" (Ecesg), la “Greek Ship to Gaza campaign”, la “Swedish Ship to Gaza campaign” e il Free Gaza Movement. Si tratterà di una flotta pacifica, che cercherà di arrivare a Gaza, semplicemente col proprio peso: 8 navi, di cui tre cargo, 5000 tonnellate di cibo, medicinali ed attrezzature; 500 passeggeri di oltre 20 nazionalità. Il tutto aiutato anche dall'opinione pubblica, che in aluni Paesi viene spinta a tenersi informata su quello che sta accadendo, per esempio in Svezia, una delle basi di partenza della flotta, insieme alla Grecia e ad Istanbul.
C'è da sperare che gli israeliani mostrino buon senso e non si mettano ad attaccare ancora una volta navi civili e disarmate.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©