Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

Rivolta nel mondo scientifico, esame impossibile

Ungheria: deputato fa test per dimostrare la "purezza della razza"


Ungheria: deputato fa test per dimostrare la 'purezza della razza'
22/06/2012, 21:06

BUDAPEST (UNGHERIA) - Un deputato ungherese - probabilmente uno appartenente al partito di estrema destra di Jobbik, di stampo razzista e xenofobo - nel 2010 si è fatto fare un esame per dimostrare geneticamente di non essere rom o ebreo, ottenendo il responso di essere "genticamente puro".
L'esame è stato fatto analizzando 18 marcatori del DNA. Ma la notizia ha sollevato le dure reazioni del mondo scientifico, unanimente concorde nel fatto che si tratta di un esame il cui responso non potrà esistere. Infatti ebrei, rom, ungheresi, italiani, africani, cinesi, ecc. hanno gli stessi marcatori del DNA. Esistono differenze, ovviamente, dato che il DNA di ciascuno di noi è unico (se si escludono i gemelli omozigoti, cioè uguali); ma queste differenze non indicano una differenza di origine. Magari un domani potremo scoprire quali sono i gruppi di basi azotate (il DNA è fatto da uno zucchero, il desossiribosio, e da quattro basi azotate, unite a due a due) che descrivono ogni singolo mutamento della pelle, dell'altezza e così via. Ma anche questo comunque non è sufficiente per determinare una "purezza di razza" che sta solamente nella mente di persone ignoranti e razziste.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©