Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

I sindacati parlano di una legge di schiavitù

Ungheria: Orban fa una legge per costringere a lavorare di più


Ungheria: Orban fa una legge per costringere a lavorare di più
13/12/2018, 18:40

BUDAPEST (UNGHERIA) - Ancora una volta, il presidente ungherese Viktor Orban fa parlare di sè. E non in senso positivo. Questa volta per una legge che modifica le norme sul lavoro. Infatti la nuova legge permette ai datori di lavoro di imporre fino a 400 ore annue di lavoro straordinario. Orban ha difeso la legge, sostenendo che favorisce sia le imprese - che possono aumentare la produzione - sia i lavoratori che possono guadagnare di più restando al lavoro. In realtà, questa norma dà la possibilità al datore di lavoro di imporre una giornata di lavoro in più alla settimana di solo straordinario (oppure di aumentare la durata della giornata di lavoro fino a 9 ore e mezzo, escluse pause). Per questo i sindacati hanno protestato, parlando di una legge di schiavitù, anche perchè i lavoratori non hanno strumenti per potersi opporre legalmente alle imposizioni dei datoiri di lavoro, che possono licenziarli senza preavviso e senza penali. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©