Dal mondo / America

Commenta Stampa

Venti a 150 chilometri orari e secondo livello sulla scala

Uragani: è la volta di “Carlotta” che tocca terra in Messico


Uragani: è la volta di “Carlotta” che tocca terra in Messico
16/06/2012, 10:06

OAXACA (MESSICO) – Con venti che soffiano a 150 chilometri orari e con un livello due sui cinque della scala Saffir-Simpson, l’uragano Carlotta ha raggiunto la costa meridionale del Messico: in particolare ha toccato terra a Puerto Escondido, nello Stato occidentale di Oaxaca. Carlotta, formatosi nel Pacifico, si trovava ieri a circa un chilometro a sud est di Puerto Angel, nel sud ovest del Messico. L’uragano è il terzo della stagione: i meteorologi americani hanno avvertito che potrebbe provocare alluvioni e smottamenti “potenzialmente letali”. Tuttavia l’uragano ha già perso intensità e i venti dovrebbero ulteriormente calare nel corso del fine settimana, mentre procede verso il nord del Messico a una velocità di 17 chilometri orari. Fortunatamente al momento non si hanno notizie di danni o vittime nell’Oaxaca, ma comunque diverse misure di protezione sono state disposte dagli abitanti delle regioni interessate, dove è stato proclamato lo stato d’allerta in vista del suo passaggio.

Commenta Stampa
di Antonio Formisano
Riproduzione riservata ©