Dal mondo / America

Commenta Stampa

Sentenza della Corte Suprema

USA, si ai videogames violenti per minorenni

Giudici:"i giochi comunicano idee"

USA,  si ai videogames violenti per minorenni
27/06/2011, 17:06

WASHINTON - La legge della California che vieta la vendita e il noleggio di videogiochi violenti ai minori è anticostituzionale. A sancirlo la Corte Suprema degli Stati Uniti. La legge vigente infrange la libertà d’espressione, secondo la Corte. Sette giudici hanno espresso parere favorevole, due contrari. ''Come i libri, i giochi e i film che li hanno preceduti, i videogiochi comunicano idee e anche messaggi sociali attraverso mezzi familiari '', ha scritto il giudice Antonin Scalia nel parere di maggioranza. ''Questo e' sufficiente a conferire la protezione in base al Primo Emendamento della costituzione americana ''. Non solo videogiochi sotto al mirino, ma anche libri per bambini che contengono scene violente. Secondo quanto dichiara la Corte gli studi che hanno cercato di dimostrare la pericolosità dei videogiochi violenti ''sono stati respinti da ogni corte e per un buono motivo: non provano assolutamente che i videogame violenti provochino comportamenti aggressivi nei minorenni ''.

Commenta Stampa
di Carmen Cadalt
Riproduzione riservata ©