Dal mondo / America

Commenta Stampa

Molte delle vittime erano parenti dell'assassino

USA: 11 morti per omicida-suicida in Alabama


USA: 11 morti per omicida-suicida in Alabama
11/03/2009, 09:03

Terrore in due paesini dell'Alabama, a causa di un ragazzo che ha impugnato le armi e fatto una strage. Michael McLendon, 30 anni, ex dipendente della Reliable Metal Products di Geneva ma residente a Samson, a 20 Km. di distanza, ha iniziato la strage ammazzando la madre e poi bruciando la casa. Poi ha ucciso la zia e lo zio e i nonni, oltre alla moglie del vicesceriffo e al figlioletto di pochi mesi, tutti con armi da fuoco e in diverse abitazioni. Anche un altro bambino è stato ferito gravemente da un proiettile e si trova in ospedale in condizioni critiche. Dopo di che ha preso l'automobile ed è andato verso Geneva, uccidendo per strada altre due persone, una davanti al distributore di benzina dove si era fermato a fare rifornimento ed una davanti al negozio. Poi è entrato nella Reliable Metal Products e ha sparato 30 colpi, uccidendo un'altra persona e ferendo il capo della Polizia. Poi è entrato nella fabbrica e si è suicidato.
Tuttavia, i contorni della vicenda nonsono chiari. Sono ancora ignote le cause dell'accaduto, su cui stanno indagando lo sceriffo della contea, la polizia e l'FBI.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©