Dal mondo / America

Commenta Stampa

Il giornale fa le pulci al candidato repubblicano

Usa 2012: NYT attacca Romney, fondi in paradisi fiscali

L'articolo alla vigilia del primo faccia a faccia televisivo

Usa 2012:  NYT attacca Romney, fondi in paradisi fiscali
02/10/2012, 19:08

NEW YORK - Il candidato repubblicano alla Casa Bianca, Mitt Romney, come emerge dalle pieghe delle dichiarazioni dei redditi di recente rese pubbliche dal suo staff elettorale - negli anni passati ha aumentato la sua ricchezza personale investendo in società estere. Società molte delle quali basate in Paesi considerati paradisi fiscali, come le Isole Cayman o il Lussemburgo. L'attacco, alla vigilia del dibattito Tv con il presidente americano, Barack Obama, è del New York Times, che in prima pagina “fa le pulci” sulle tasse pagate dall'ex governatore del Massachusetts. Romney, scrive il quotidiano, ha finora sostenuto che “gli investimenti esteri, molti dei quali fatti attraverso il fondo di private equity Bain Capital da lui fondato, non hanno prodotto nemmeno un dollaro di riduzioni fiscali”. Ma, sottolinea ancora il quotidiano, “un'analisi di migliaia di pagine di documenti finanziari e di interviste con consulenti fiscali ha fatto scoprire come in alcuni casi le operazioni offshore gli hanno permesso di evitare il pagamento di tasse sui suoi investimenti e possono averlo aiutato a ridurre le tasse sul suo reddito personale”. Tra i fondi offshore in cui Romney avrebbe investito, l'Ursa Funding in Lussemburgo e il Sankaty Credit Opportunity Investors nelle Cayman.

Commenta Stampa
di Valerio Esca
Riproduzione riservata ©