Dal mondo / America

Commenta Stampa

Boom di blog e app per tenersi aggiornati sulla sfida

Usa 2012 minuto per minuto: il web batte la tv

Obama-Romney, la sfida si vince sul web

Usa 2012 minuto per minuto: il web batte la tv
05/09/2012, 20:08

NEW YORK - Tutte le elezioni americane minuto per minuto, sul web. Mai come per la sfida tra Barack Obama e Mitt Romney è internet - più che la televisione - il canale attraverso cui milioni di cittadini statunitensi, e non solo, si tengono costantemente aggiornati sull'andamento della campagna elettorale per le presidenziali. A due mesi esatti dall'Election Day del 6 novembre, più che i tasti del telecomando ad essere cliccati sono soprattutto i siti, i blog e i social media (Twitter in testa) che a getto continuo inondano la rete con tutte le notizie, le storie, le polemiche, le curiosità che stanno caratterizzando questa tormentata stagione elettorale negli Stati Uniti. Ce n’è per tutti i gusti. Innanzitutto le principali testate giornalistiche - dal New York Times al Wall Street Journal al Washington Post - hanno una sezione dedicata a Usa 2012, dove si possono trovare tutti gli ultimi aggiornamenti con notizie, analisi e tante, tantissime immagini, soprattutto nei giorni delle due Convention, quella repubblicana di Tampa (Florida) e quella democratica di Charlotte (Nord Carolina). Per chi vuole informazioni più dettagliate o più curiose, sui siti dei big della carta stampata “made in Usa” ci sono anche i blog dei giornalisti e degli esperti. Tra quelli più seguiti quello del famoso politologo Larry Sabato o quello del popolare anchorman della Cnn Wolf Blitzer. Se si cerca un'informazione ancor di più in tempo reale - ma sempre da verificare – c’è poi il principe dei “microblogging”: Twitter, che ha fatto registrare 4 milioni di cinguettii solo nella tre giorni di convention repubblicana. Una cifra destinata ad essere ampiamente superata, visto che solo nella prima giornata della convention democratica i tweet sono stati già tre milioni. E con la “Mum in Chief” Michelle Obama, che nel corso del suo intervento a Charlotte ha fatto registrare oltre 28.000 cinguettii al minuto. Ancora. Per chi vuole approfondire di più i temi della campagna elettorale, seguendo passo passo le mosse dei due candidati, c’è Politico.com, il sito più famoso e più equilibrato tra quelli che seguono le vicende politiche americane. Più schierati, ma lo stesso seguitissimi, anche i siti Huffington Post e Drudge Report. Più tecnico e dettagliato invece il sito Real Clear Politics. Ma oramai non serve nemmeno stare davanti a un computer per ricevere tutte le informazioni che si vogliono su Usa 2012. Basta scaricare sul proprio iPhone o iPad le “app” dedicate alle elezioni di tutte le principali testate giornalistiche americane - dal New York Times al Wall Street Journal, dal Washington Post al Boston Globe - e il gioco è fatto.

Commenta Stampa
di Valerio Esca
Riproduzione riservata ©