Dal mondo / America

Commenta Stampa

Il presidente uscente verso la riconferma

Usa 2012: Obama stacca Romney anche in Florida e Ohio

Eva Longoria la star di Hollywood più generosa

Usa 2012: Obama stacca Romney anche in Florida e Ohio
26/09/2012, 18:52

NEW YORK - Con il conto alla rovescia che segna 41 giorni all’ “election day”, sembra ampliarsi il vantaggio del presidente Barack Obama sul suo sfidante repubblicano Mitt Romney in due stati-chiave, Florida e Ohio. Secondo i dati di un nuovo sondaggio pubblicato oggi dal New York Times. La ricerca, che ha un margine di errore del più o meno 3%, mostra che l'inquilino della Casa Bianca in Florida ha il sostegno del 53% degli elettori intenzionati a recarsi alle urne, contro il 44% dell'ex governatore del Massachusetts. In Ohio, uno stato che nessun candidato repubblicano è arrivato alla Casa Bianca senza vincerlo, il distacco è ancora maggiore: 53% a 43%. Il sondaggio, della Quinnipac University/Nyt/Abc News, è stato condotto anche in Pennsylvania, dove ha rilevato un vantaggio di 12 punti a Favore di Obama, e ha inoltre rilevato che tra gli interpellati in Ohio, il 48% di coloro che votano per Romney lo fanno con riserva o per opposizione a Obama, mentre coloro che lo sostengono senza riserve sono il 51%. Allo stesso tempo, sempre in Ohio, Obama ha il sostegno convinto di due terzi dei suoi elettori, contro il 33% che intendono votare per lui con riserve o perché si oppongono a Romney. Ieri, un sondaggio del Washington Post aveva mostrato Obama in vantaggio in Ohio con il 52% contro il 44% di Romney, e in Florida con il 51 contro il 47% del suo sfidante.

La curiosità:

E’ Eva Longoria una delle star di Hollywood più generose con la campagna di Barack Obama. Secondo i dati della Federal Election Commission, la protagonista di “Desperate Housewives” ha donato in tutto 75.800 dollari a diversi fondi per la rielezione del presidente, oltre alle centinaia di migliaia raccolti come fundraiser. Molto più generosa di Scarlett Johansson, sua compagna sul palco della Convention di Charlotte come risposta democrat, e al femminile, dell'exploit repubblicano di Clint Eastwood, che ha versato 14mila dollari la scorsa primavera all' Obama Victory Fund. Una cifra considerevole, comunque, se paragonato a quanto versato dall'altra madrina della convention, Kerry Washington, che è dal 2010 che non finanzia il partito democratico. E l'assegno allora era appena di mille dollari.  

Commenta Stampa
di Valerio Esca
Riproduzione riservata ©