Dal mondo / America

Commenta Stampa

Il presidente: "Ho mantenuto gli impegni in questi 4anni"

Usa 2012: Obama tre punti di vantaggio su Romney

"Dichiarazioni del repubblicano sullo stupro sono offensive"

Usa 2012: Obama tre punti di vantaggio su Romney
24/10/2012, 19:31

NEW YORK – A dividere Barack Obama e Mitt Romney a livello nazionale sono adesso solo tre punti. E' quanto emerge dall'ultimo sondaggio Gallup, secondo cui il candidato repubblicano alla Casa Bianca scende al 50% delle preferenze dei probabili elettori, mentre il presidente americano sale al 47%. Ieri la stessa Gallup dava Romney a +5, l'altro ieri a +6.

Intanto si va verso il rush finale e il presidente Obama ci tiene a ricordare quanto fatto in questi anni alla Casa Bianca: “Ho mantenuto le promesse e gli impegni presi quattro anni fa, ho lavorato duramente per farlo”, anche perché “eravamo nel mezzo di quelle che tutti sono d'accordo nel definire circostanze storiche”.

Obama torna poi sulla dichiarazione del repubblicano, sullo stupro: “Commenti offensivi e degradanti”. Questa l'opinione di Barack Obama - espresse dalla portavoce - sulla dichiarazione di un candidato repubblicano al Senato, secondo cui le gravidanze provocate dagli stupri sono “qualcosa che Dio ha voluto che accadesse”. “Il presidente crede che quei commenti siano offensivi e degradanti per le donne. Questo ci ricorda” cosa succederebbe con “un parlamentare repubblicano, al lavoro con Mitt Romney, che crede che le donne non dovrebbero poter scegliere sulla propria salute” ha dichiarato Jen Psaki, portavoce di Obama. “E' chiaro che Romney e molti repubblicani candidati, incluso Richard Mourdock, hanno delle posizioni estremiste sulla salute delle donne” ha aggiunto, invitando le donne a preoccuparsi di cosa succederebbe con i repubblicani al comando, quando andranno a votare. Intervenendo a un dibattito in Senato, Mourdock, candidato in Indiana, ha detto di credere che la vita abbia inizio con il concepimento, dichiarandosi quindi contrario all'aborto, ad eccezione dei casi in cui la vita della mamma risulti in pericolo. “La vita è un dono di Dio e credo che anche quando abbia inizio in quella situazione terribile che è lo stupro, sia qualcosa che Dio ha voluto che succedesse” ha detto. Le parole di Mourdock hanno subito spinto Romney a prendere le distanze, in una campagna elettorale già segnata, lo scorso agosto, dalla dichiarazione di un altro candidato repubblicano, Todd Akin, sul corpo delle donne capace di impedire il concepimento in caso di “vero stupro”.

Commenta Stampa
di Valerio Esca
Riproduzione riservata ©