Dal mondo / America

Commenta Stampa

La protesta è scattata dopo la frase "Ucciderò l'Obamacare"

Usa 2012: Romney fischiato ad una convention di neri


Usa 2012: Romney fischiato ad una convention di neri
11/07/2012, 20:07

NEW YORK - Bordata di fischi e di “buuu” per il candidato repubblicano alla presidenza degli Stati Uniti, Mitt Romney, che ha partecipato alla Convention annuale della Naacp, la più importante associazione che si batte per la difesa dei diritti degli afroamericani. Accolto da qualche timido applauso, la contestazione è scattata quando Romney ha attaccato duramente il presidente americano Barack Obama e la sua rifoma sanitaria: “Ucciderò l'Obamacare”, ha affermato scatenando la disapprovazione della platea. Romney si è presentato alla convention di Houston, in Texas, consapevole - come ha detto - che il 98% degli afroamericani vota per i democratici. “Ma se capiste veramente chi sono - ha detto - votereste per me”. “Se non fossi convinto di poter aiutare le famiglie di colore, di tutte le razze, non mi sarei candidato alla presidenza”, ha affermato, cercando di corteggiare la comunità dei neri puntando sulla sua volontà di “difendere la famiglia tradizionale” e di lottare per eliminare la povertà: “E’ un nonsenso dire che corro per la presidenza solo per aiutare i ricchi”. Romney ha quindi sottolineato come si batterà per combattere “le molte barriere e le tante vecchie ingiustizie che ancora restano in America”. Alla fine dell’intervento lo stesso timido applauso che lo aveva accolto. Intanto il presidente Brack Obama quest’anno snobberà la convention degli afroamericani (a cui nel 2008 partecipò insieme al rivale repubblicano John McCain). Al suo posto interverranno il vicepresidente, Joe Biden, e il ministro della giustizia, Eric Holder. 

Commenta Stampa
di Valerio Esca
Riproduzione riservata ©