Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

USA: -6 AL VOTO E PER MCCAIN LE DIFFICOLTA' AUMENTANO


USA: -6 AL VOTO E PER MCCAIN LE DIFFICOLTA' AUMENTANO
29/10/2008, 08:10

Ormai manca meno di una settimana alle elezioni presidenziale americane e i sondaggi non danno scampo a John McCain. Obama salvo sorprese, è vincente per ora, arrivando addirittura ad insidiare Stati rappresentativi e simbolici per i repubblicani, come Arizona e Montana. Infatti l'Arizona è lo Stato che ha eletto McCain senatore, quindi dovrebbe essere una sua roccaforte, ma Obama avanza; anche in Montana la vittoria dei repubblicani sembrava certa, eppure gli ultimi sondaggi gli danno un vantaggio sul rivale di soli 5 punti, più o meno. Ma anche Stati come Colorado e New Mexico, in cui quattro anni fa Bush vinse con 20-25 punti percentuali di vantaggio, adesso sono così a rischio da costringere il partito dell'elefantino a spendere molte risorse in pubblicità, perchè si rischia un arrivo al fotofinish. Certo, i principali istituti di sondaggio danno comunque ai democratici un vantaggio ristretto, intorno ai 5 punti, a livello nazionale, che è al limite del margine d'errore delle rilevazioni e quindi è da considerare di sostanziale parità; quindi nulla è deciso. Anche se ha destato scalpore il sondaggio del PEW Research, ha ha descritto uno scenario di vittoria a valanga per i democratici, con un vantaggio di 15 punti, 53 a 38.

Nel frattempo comizi bagnati dalla pioggia in Pennsylvania sia per Obama che per McCain; ma mentre il secondo ha sospeso il suo comizio, il primo ha proseguito senza problemi. Ed anche questo dimostra la diversa determinazione e la diversa energia dei due candidati.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©