Dal mondo / America

Commenta Stampa

USA: Abu Mazen da Obama in cerca di garanzie


USA: Abu Mazen da Obama in cerca di garanzie
28/05/2009, 10:05

Oggi ci sarà un incontro alla Casa Bianca tra il Presidente statunitense Barack Obama e il suo omologo palestinese Abu Mazen. L'incontro verterà sul percorso di pace tra israeliani e palestinesi, ma non potrà non partire dall'incontro che lo stesso Obama ha avuto con il premier israeliano Benjamin Netanyahu, durante il quale quest'ultimo ha detto che il piano di "due popoli due Stati" non rientra negli interessi israeliani. In particolare, due sono le preoccupazioni del presidente palestinese: il fatto che il nuovo governo israeliano abbia deciso di infrangere ancora una volta gli accordi sottoscritti e dare il via alla creazione di nuovi insediamenti in territorio palestinese; e il fatto che senza un appoggio esplicito di Washington, i palestinesi non hanno mezzi di difesa.
Infatti già attualmente gli israeliani hanno di fatto creato un enorme ghetto a cielo aperto nella striscia di Gaza, dove impediscono l'accesso ai rifornimenti (fanno passare circa il 20% dei cibo minimo indispensabile per sopravvivere, ma non le medicine), come è stato testimoniato anche da numerose ONG italiane, che hanno visto tonnellate e tonnellate di cibo marcire sotto il sole. Inoltre stanno espellendo dal territorio con vari pretesti e leggi razziste gli arabi israeliani. L'ultima, stanno per approvare una legge che obbliga i cittadini a giurare fedeltà all'ebraismo e allo Stato israeliano; in mancanza, si perderebbero i diritti civili. Se adesso cominciassero anche il programma di espansione degli insediamenti richiesto dalla destra ultraortodossa, ai palestinesi resterebbero solo due alternative: aspettare di essere cacciati dalle loro abitazioni e morire di fame e di sete; oppure aspettare di essere ammazzati da un colono o da un soldato israeliano.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©