Dal mondo / America

Commenta Stampa

Una vittoria di bandiera, ma senza effetti pratici

USA: approvata al Congresso la riforma sanitaria di Obama


USA: approvata al Congresso la riforma sanitaria di Obama
22/03/2010, 09:03

USA - Con 218 voti a favore e 212 contrari, il Congresso degli Stati Uniti ha approvato la legge di riforma della sanità, fortemente voluta dal Presidente Barack Obama. Adesso la legge passa al Senato, per ottenere un assenso; ed è probabile che questa volta il provvedimento passi.
Su tutti i media si parla di svolta e vittoria storica, ma non è così. SI tratta solo di un po' di cipria messa per coprire un sistema profondamente ingiusto. Infatti l'unica cosa che si è ottenuto è stata di estendere i servizi dell'assicurazione Medicare - una assicurazione privata ma pagata con i soldi pubblici a prezzi concordati - ad alcuni milioni di cittadini, cioè a chi ha più di 55 anni. Ma i problemi restano: l'accesso ai medicinali e alle operazioni chirurgiche è possibile solo se hai soldi a parte; l'assicurazione può essere ritirata in caso di malattia grave; molte analisi non sono coperte dal servizio; resta lo strapotere delle assicurazioni sul mercato della sanità statunitense. Perchè negli USA la sanità, la possibilità di curarsi non è un servizio, ma un mercato, dove c'è in vendita la vita e la salute dei malati.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©

Correlati