Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

USA: AUMENTANO LE VOCI PER UNA SOSTITUZIONE TRA BIDEN E CLINTON COME VICE DI OBAMA


USA: AUMENTANO LE VOCI PER UNA SOSTITUZIONE TRA BIDEN E CLINTON COME VICE DI OBAMA
30/09/2008, 17:09

All'inizio era solo una voce, nata quando si seppe che McCain aveva scelto una donna come vice. Ma più passa il tempo, più la voce diventa un urlo: Joe Biden, il vice presidente in pectore per i democratici, in caso di loro vittoria a novembre, starebbe per ritirarsi a vantaggio di Hillary Clinton, e lo farebbe subito dopo il confronto in TV con Sarah Palin, previsto per giovedì prossimo. L'origine della voce è Internet, attraverso blog sull'argomento ed e-mail inviate ai giornalisti del video e della carta stampata. E' evidente che come origine siamo lontanissimi da qualcosa di certo; eppure se c'è tanto fumo, un po' di fuoco (quindi qualcosa di vero) ci deve essere.

Quali potranno essere le conseguenze sulla campagna elettorale? Difficile da prevedere. Da una parte la scelta della Clinton come vice permetterebbe ad Obama di recuperare i voti di quei democratici che nelle primarie hanno votato per lei e che adesso non intendono spostare il voto sul candidato di colore; oltre al fatto di presentare anche lui una donna come vice, cosa che può attirare molti voti, anche perchè la Clinton è molto più avveduta della Palin, politicamente parlando. Le controindicazioni sono sostanzialmente due: il fatto che a molti può non piacere il passare dalla dinastia Bush alla dinastia Clinton; e il fatto che può sembrare una mossa tipicamente elettorale, col rischio di avere - in caso di vittoria - due visioni diverse del modo di governare.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©