Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

USA: BUSH INTENDE RIAPRIRE LA CACCIA AI LUPI GRIGI


USA: BUSH INTENDE RIAPRIRE LA CACCIA AI LUPI GRIGI
27/10/2008, 11:10

I lupi grigi statunitensi sono stupendi come animali, ma a lungo è stata data loro la caccia e negli anni '70 si erano praticamente estinti. visto che rimanevano solo un centinaio. Furono dichiarate specie protetta nel 1995 e da allora si sono moltiplicati, ma sono comunque in totale meno di 2000, cifra estremamente bassa. Il "Fish and wildlife service", una associazione di cacciatori, ha deciso che però ce sono sono troppi, e quindi si può ricominciare a dare loro la caccia. Un anno fa gli ambientalisti si opposero a questa decisione ed ottennero dal Tribunale Federale di Washington una ingiunzione contro l'associazione di cacciatori. Ma la settimana scorsa è stato lo stesso presidente George Bush a ridare fuoco alle polveri, asserendo che avrebbe appoggiato il ricorso contro questa ingiunzione. Alle spalle, oltre alle pressioni dei cacciatori, anche quella degli allevatori che non concepiscono il concetto di un sistema ecologico completo, che comprende anche l'esistenza di predatori, e accusano i lupi di fare strage di animali domestici. "In media i lupi grigi crescono del 24 per cento all’anno", dichiarano i portavoce. "L’unico modo di fermarli è la caccia, perchè sono animali predatori, non animaletti domestici".

E meno male che non sono animaletti domestici, perchè hanno una loro bellezza selvaggia che affascina chi ama la natura.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©