Dal mondo / America

Commenta Stampa

La notizia choc è stata pubblicata dal Washington Post

Usa, capo Fox chiese a Petraeus di candidarsi presidente

Murdoch pronto a finanziare la campagna

Usa, capo Fox chiese a Petraeus di candidarsi presidente
04/12/2012, 18:16

WASHINGTON - Rupert Murdoch, attraverso il capo della Fox, Roger Ailes, tentò di convincere il generale David Petraeus a scendere in campo e candidarsi alle presidenziali contro Barack Obama. La proposta, che risale alla primavera del 2011, venne avanzata concretamente da una analista repubblicana, Kathleen T. McFarland durante una sua visita in Afghanistan, ai tempi in cui il generale comandava le forze americane e della coalizione. Lo scrive il Washington Post che pubblica sul suo sito perfino l'audio della riunione nell'ufficio di Petraeus a Kabul. Il messaggio di Ailes era che se Obama non lo avesse nominato almeno Capo di Stato Maggiore interforze, il grado militare più alto, allora Petraeus avrebbe dovuto dimettersi e correre per la Casa Bianca. Per rendere più appetitosa l'offerta, Mc Farland disse che Ailes era pronto a lasciare la Fox per fargli da maxi consulente e, soprattutto, parlò della possibilità del finanziamento della sua campagna elettorale da parte di Rupert Murdoch, presidente di News Corp. Petraeus rispose che avrebbe considerato la nomina di direttore della Cia, se Obama l'avesse avanzata, così come accadde alcune settimane dopo, il 6 settembre successivo. Un incarico che fu poi costretto a lasciare lo scorso 9 novembre, in seguito agli scandali a sfondo sessuale. Lo stesso Ailes ha confermato la storia, ma l'ha anche ridimensionata, prendendo un po' in giro Kathleen McFarland, una signora di 60 anni, consulente di tre presidenti repubblicani. “Quando è partita sembrava che andasse in missione segreta per conto dell'amministrazione Reagan. Non crediate che io sia un king-maker, non è quello il mio mestiere”. Durante quel colloquio, il generale fece capire che era già pronto per passare alla Cia: “Quell’agenzia è un tesoro, piena di eroi incredibili. Noi continueremo a fare dei tagli della nostra forza militare, a differenza delle strutture di intelligence, che sarà un’industria in continua crescita”. Infine, il generale concluse affermando che avrebbe riflettuto se accettare l'offerta, ma aggiunse: “Sai anche tu che non capiterà. Se mai lo facessi, mia moglie chiederebbe il divorzio e io amo mia moglie, abbiamo una splendida casa. Con molti bagni, e ci crederai o no, voglio solo vivere là, non ci ho ancora trascorso nemmeno una notte”.

Commenta Stampa
di Valerio Esca
Riproduzione riservata ©