Dal mondo / America

Commenta Stampa

Obama guida la celebrazione

Usa, cerimonia 11 settembre. Al Quaeda fa ancora paura

Timore possibili ritorsioni in caso di attacco Siria

Usa, cerimonia 11 settembre. Al Quaeda fa ancora paura
11/09/2013, 12:51

NEW YORK-  Ricorre oggi il dodicesimo anniversario della caduta delle torri gemelle, il peggior attentato della storia americana. Il ricordo di quell'11 settembre 2001 è ancora vivo e alimentato dai timori su Al Qaeda, riaccesi dalla questione siriana e dalle minacce di terrorismo di agosto, che hanno indotto la chiusura di consolati e ambasciate americani nel mondo.

Anche se dopo il G20 a San Pietroburgo le tensioni sulla Siria di sono affievolite e la via diplomatica sembra aver preso il sopravvento, l'avvertimento lanciato dal presidente siriano Bashar al Assad su possibili ritorsioni contro gli Stati Uniti in caso di attacco in Siria, arrivato come una doccia fredda, tornando ad alimentare i timori degli americani che non vogliono diventare di nuovo 'bersaglio' di rappresaglie. 

La ricorrenza quest'anno è stata ridimensionata rispetto agli anni passati, con il presidente americano Barack Obama che dopo i minuti di silenzio alla Casa Bianca in ricordo dei due aerei che hanno colpito le Torri Gemelle, ha programmato di partecipare alle 21 e 30,ora locale, ad una commemorazione al Pentagono di Washington, dove si sarebbe schiantato il terzo velivolo di linea.

Commenta Stampa
di Flavia Stefanelli
Riproduzione riservata ©