Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

USA, CHENEY AMMETTE DI AVER AUTORIZZATO LEM TORTURE A GUANTANAMO


USA, CHENEY AMMETTE DI AVER AUTORIZZATO LEM TORTURE A GUANTANAMO
16/12/2008, 17:12

In un'intervista esclusiva all'emittente televisiva statunitense Abc, il vicepresidente Usa, Dick Cheney, ha ammesso di avere approvato le barbare tecniche di interrogatorio messe a punto dalle forze statunitensi nel carcere di Guantanamo.

Gli agenti della Cia "volevano sapere quello che potevano e non potevano fare: parlarono con me e con altri per spiegare quello che volevano fare e io ho dato il mio sostegno", afferma tranquillamente Cheney. Il vicepresidente definisce assolutamente appropriate tutte le tecniche utilizzate negli interrogatori ai "nemici combattenti", tenuti prigionieri a Guantanamo per anni senza alcuna incriminazione formale. Tra le tecniche giudicate consone dal vicepresidente rientra anche il waterboarding. Nel corso dell'intervista Cheney ha inoltre contraddetto la posizione formale del presidente uscente George W. Bush, sostenendo che è necessario mantenere aperta la base militare statunitense di Guantanamo a tempo indeterminato.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©