Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

USA: CONDANNATI DAL GIUDICE AD ASCOLTARE MUSICA


USA: CONDANNATI DAL GIUDICE AD ASCOLTARE MUSICA
26/11/2008, 14:11

Un gruppo di ragazzi che infastidivano il vicinato con musica rap ad alto volume, in una cittadina del Colorado, è stato condannato ad una punizione esemplare: seduti in un'aula del Tribunale ad ascoltare per ore canzoni "classiche del repertorio statunitense. Da "Born in the USA" di Bruce Springsteen a "My heart will go on" di Celine Dion a "Believe" di Cher e molto altro ancora. Tutta musica lontana anni luce da quella che loro di solito ascoltavano assordando i vicini.

E' stato il giudice Paul Sacco a scegliere personalmente la compilation, che poi è stata trasmessa a tutto volume nell'aula di giustizia. Ma ora il problema è: questa legge del contrappasso così applicata, segnerà qualche risultato? Se sì i vicini di questi ragazzi tireranno un grosso sospiro di sollievo.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©

Correlati