Dal mondo / America

Commenta Stampa

Usa: diminuiscono le vendite delle case e aumentano i costi

Incremento di prezzi maggiore dal 2004

Usa: diminuiscono le vendite delle case e aumentano i costi
26/09/2012, 20:30

Il Dipartimento del Commercio degli Stati Uniti ha comunicato che la vendita delle case è calata dello 0.3% lo scorso agosto con un tasso annualizzato a 373.000 unità. Il dato è di poco inferiore a quello previsto di 380.000 unità.

Il motivo del calo delle vendite è da ritrovare sicuramente nell’aumento dei prezzi che registrano l’incremento maggiore dal 2004.  Il costo medio di una casa si aggira intorno ai 256.900 dollari registrando un incremento del 17% rispetto all’agosto 2011. Questi dati confermano la ripresa del mercato immobiliare, maggiormente colpito dalla crisi. Gli analistì però, avvertono che la ripresa è ancora lunga: le banche concedono con criteri più stringenti e milioni di americani pagano ancora mutui che valgono più delle loro case.

Il picco di vendite di case nuove è stato registrato nel 2005, con un tasso annualizzato  di 1.4 milioni di unità, mentre il minimo è stato toccato nel 2011 con un tasso di 306.000 unità.

Commenta Stampa
di Claudia Annunziata
Riproduzione riservata ©