Dal mondo / America

Commenta Stampa

A Phoenix 5 morti per una lite fra vicini

Usa, due stragi in poche ore

A Brooklyn un 25enne accoltella una donna e i suoi 4 figli

Usa, due stragi in poche ore
27/10/2013, 13:04

WASHINGTON - Due stragi si sono consumate negli Stati Uniti a distanza di poche ore l’una dall’altra, l’una a Phoenix, l’altra a Brooklyn.

A Phoenix, in Arizona, una lite tra vicini è degenerata in tragedia. Un uomo, il presunto killer che dopo l’omicidio si è suicidato, ha infatti aperto il fuoco contro quattro persone, uccidendole, in seguito ad un litigio. Gli agenti di polizia recatisi sul luogo hanno trovato nei due appartamenti di un complesso residenziale di periferia, dove si è consumata la tragedia, i cadaveri di cinque persone – le quattro vittime e il killer suicida – e i corpi privi di vita anche dei due cani dei vicini di casa dell’assassino.

A Brooklyn, intanto, un giovane di 25 anni ha ucciso a coltellate una donna e i suoi quattro figli, tutti di un’età compresa tra i due e i nove anni. Il 25enne, probabilmente, è un parente delle vittime. Dopo  la strage ha atteso nell’appartamento delle vittime che arrivasse la polizia, allertata dai vicini, e ha confessato il reato, facendosi arrestare.

Commenta Stampa
di Vanessa Ioannou
Riproduzione riservata ©