Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

USA: E' GUERRA DI SONDAGGI


USA: E' GUERRA DI SONDAGGI
07/10/2008, 13:10

Si avvicinano le elezioni, e comincia la guerra dei sondaggi. Il problema è che ognuno dice una cosa diversa. Secondo la società Zogby, Obama è in vantaggio su McCain di 3 punti percentuali, secondo la CBS i punti sono 4; secondo un sondaggio della CNN arriviamo addirittura a 8 punti di vantaggio. La differenza non è poca: 3 o 4 punti significano parità, potenzialmente, perchè rientrano nel margine dell'errore statistico connesso ad una rilevazione dove 1000 persone (o poco più) devono rappresentarne 300 milioni. Ma 8 punti cominciano ad essere una distanza considerevole, tale da mettere al sicuro Obama.

Quello che è certo è che aumenta la registrazione alle liste elettorali dei democratici, molto più che quella dei repubblicani. Inoltre, stando ai sondaggi Stato per Stato, ormai Obama avrebbe abbondantemente superato il tetto dei 270 voti necessari per essere eletto, pur considerando in bilico Stati essenziali come Florida e Michigan, che possono portare una quarantina di voti e nei quali Obama è in vantaggio.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©