Dal mondo / America

Commenta Stampa

Si alza la tensione diplomatica

Usa ed Onu contro la Siria. Preparano la guerra?


Usa ed Onu contro la Siria. Preparano la guerra?
13/09/2013, 20:53

DAMASCO - Mentre il governo statunitense e quello russo cercano un accordo sulla Siria, da molte parti vengono scoccati strali (senza fonte nè prove) contro Assad. 
Per esempio il Wall Street Journal che, citando come fonte sconosciuti ed anonimi funzionari , afferma che Assad avrebbe già cominciato a delocalizzare le proprie riserve di armi chimiche, trasportandole anche al di fuori del territorio siriano, in Libano ed Iraq. 
Ma anche il segretario dell'Onu Ban Ki Moon si scaglia contro Assad, accusandolo di crimini contro l'umanità. Ha detto: "Sono sicuro che ci sarà un processo per accertare le sue responsabilità quando tutto sarà finito". E se ne è sicuro lui... 
Questo il giorno dopo la diffusione di un rapporto in cui si accusa Assad di aver dato l'ordine di sparare ai feriti curati negli ospedali del Paese, come mezzo di lotta politica. Accusa gravissima, ma senza uno straccio di prova. Così come è gravissima ma senza prove l'accusa dell'Osservatorio sui diritti umani in Siria (nome altisonante che nasconde un ufficio a Londra in cui c'è un ex agente dei servizi seggreti inglesi di origine siriana) che i soldati di Assad hanno ucciso oltre 200 persone nei villaggi di Bayda e Banias. Secondo questa accusa, sarebbero state uccise 248 persone. "Si tratta di una delle esecuzioni sommarie più gravi dall'inizio del conflitto in Siria", dice l'Osservatorio, senza però fornire alcuna prova in proposito, salvo contatti telefonici con persone sul luogo. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©

Correlati