Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

USA: ELECTION DAY, 700 MACCHINETTE PER LE VOTAZIONI ELETTRONICHE IN VIRGINIA MALFUNZIONANTI


USA: ELECTION DAY, 700 MACCHINETTE PER LE VOTAZIONI ELETTRONICHE IN VIRGINIA MALFUNZIONANTI
04/11/2008, 16:11

Si sono aperti ormai in tutti gli Stati i seggi per le elezioni del Presidente degli Stati Uniti, e le operazioni stanno procedendo bene, sia pure con qualche intoppo. Come quello in Virginia dove a Richmond sono andate in tilt circa 700 macchinette, costringendo gli elettori ad utilizzare schede di carta.

Barack Obama ha votato nella sua Chicago insieme alla moglie Michelle, poi è andato a giocare - come sua superstizione impone - a basket e più tardi terrà un comizio in Indiana. Infatti, è bene ricordarlo, per la legge americana non c'è il silenzio durante il voto, come succede da noi. Infatti in Italia i comizi chiudono al venerdì e non si parla di politica, neanche in TV o sui giornali fino a quando i seggi vengono chiusi. Invece negli USA è prassi normale fare comizi anche ad urne aperte. Anche John McCain e Sarah Palin stanno girando per fare comizi in quegli Stati in cui rischiano di perdere la maggioranza, come l'Arizona. E' una battaglia di retroguardia, ma è tutto quello che i repubblicani possono fare ora.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©