Dal mondo / America

Commenta Stampa

Ci sarà un probabile rinvio di 6 mesi

USA: esecuzione rimandata, l'anestetico è sconosciuto


USA: esecuzione rimandata, l'anestetico è sconosciuto
26/10/2010, 09:10

PHOENIX (USA) - Esecuzione rimandata per un detenuto, Jeffrey Landrigan, 48 anni, condannato per un omicidio del 1989. La condanna a morte si sarebbe dovuta eseguire questa mattina con una iniezione letale, ma c'è stato un problema con l'approvvigionamento dei medicinali. Infatti la cosiddetta "iniezione" sono in realtà una serie di farmaci introdotti in sequenza. Il primo di questi è un potente anestetico, il tiopal sodico, che mantiene sveglio il condannato pur bloccando il dolore. Ma l'unica società statunitense che produce questo medicinale è la Hospira, che non ha più scorte e non ne verrà prodotto altro fino alla primavera del 2011. Il carcere di Phoenix, in cui è prevista l'esecuzione, ha assicurato di essersi procurato il medicinale; ma gli avvocati hanno presentato un ricorso d'urgenza ad un giudice federale, sostenendo che non c'era la sicurezza che l'anestetico sia di qualità sufficiente per garantire che l'esecuzione avvenga senza sofferenza per il condannato.
Poichè le autorità del carcere hanno rifiutato di fornire al Giudice tutti i dettagli richiesti sul farmaco, il giudice ha disposto la sospensione finchè la Hospira non fornirà nuovamente il farmaco. Il che vuol dire che non ci sarà l'esecuzione fino alla primavera del 2011.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©