Dal mondo / America

Commenta Stampa

A complicare le cose, il passaporto del Qatar e una battuta

USA: fuma in aereo, scatta l'allarme attentato


USA: fuma in aereo, scatta l'allarme attentato
08/04/2010, 12:04

USA - E' scattato l'allarme per un possibile attentato terroristico, con tanto di preavviso sull'Air Force One per il Presidente Barack Obama, oggi sul volo della United Airlines che collega Washington a Denver. Ma non c'era niente di cui preoccuparsi, in realtà. Tutto è iniziato quando a bordo del volo è scattato il segnale dell'allarme antincendio. A farlo scattare un passeggero che aveva deciso di fumarsi una sigaretta nella toilette dell'aereo, per non farsi vedere.
A complicare le cose, per il passeggero, due fatti. Innanzitutto avere un passaporto del Qatar e il tipico aspetto mediorientale, cosa che negli Stati Uniti già è sufficiente per attirarsi addosso i peggiori sospetti. Inoltre, quando gli è stato chiesto cosa facesse nel bagno, l'uomo ha dichiarato che stava bruciando le proprie scarpe. Battuta che non è stata presa come tale, ricordando l'episodio di Richard Reid, che salì su un aereo con dell'esplosivo nascosto nelle scarpe.
Neanche il fatto che l'uomo faccia parte del personale diplomatico dell'ambasciata del Qatar ha impedito che venisse fermato al suo arrivo a Denver e portato alla più vicina stazione di Polizia.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©