Dal mondo / America

Commenta Stampa

Era colpevole anche di una ventina di omicidi

Usa: giustiziato il nazista che sparò a Larry Flint


Usa: giustiziato il nazista che sparò a Larry Flint
20/11/2013, 16:13

BONNE TERRE (MISSOURI, USA) - Joseph Paul Fraklin è morto oggi alle 6,17 ora del Missouri (in Italia erano le 13,17), per una iniezione letale nel carcere di Bonne Terre. L'uomo aveva confessato, dopo il suo arresto, una ventina di omicidi; la Polizia gliene attribuisce 22, di cui 8 verificati e accertati. 
Franklin era iscritto al Ku Klux Klan e poi alla Supremazia Ariana, due gruppi neonazisti e violenti contro le persone non "ariane". E infatti tutte le sue vittime furono persone afroamericane oppure ebrei. La più famosa delle sue vittime è Larry Flint, l'editore di video e riviste pornografiche, a cui sparò nel 1978, facendolo finire su una sedia a rotelle per il resto della sua vita. Franklin venne poi arrestato nel 1980 e condannato a morte nel Missouri per l'omicidio di Gerald Gordon, avvenuto nel 1977, all'esterno di una sinagoga a Saint Louis. 
Dopo il suo arresto ha confessato un omicidio dopo l'altro, ma solo ad "attraenti investigatrici bianche".
Il suo legale era riuscito a bloccare l'esecuzione, dopo che la sostanza usata normalmente per le iniezioni letali, il Pentobarbital, non era stato più prodotto in Europa ed importato negli Usa, per cui si erano usati altri farmaci meno efficaci e considerati "crudeli" perchè facevano soffrire. Ma la sospensione era stata poi annullata da una nuova sentenza del TRibunale, confermata poi dalla Corte Suprema.  

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©