Dal mondo / America

Commenta Stampa

'Occupy Wall Street' ha invitato a non fare shopping

Usa: gli indignati tornano in piazza per il primo maggio

Manifestazioni a New York e in oltre cento città americane

Usa: gli indignati tornano in piazza per il primo maggio
30/04/2012, 21:04

NEW YORK (STATI UNITI) - Saranno di nuovo in piazza, non si sono mai arresi. Domani, primo maggio, gli indignati tornano a far sentire la loro voce. Sarà una giornata di mobilitazione non solo a New York, ma in tutti gli Stati Uniti. In oltre cento città americane sono previste manifestazioni. A Manhattan si riuniranno a Bryant Park davanti alla sede di Bank of America. Poi il corteo proseguirà verso Wall Street. Solo a New York sono previste decine di migliaia di persone. L'invito del movimento 'Occupy Wall Street' è quello di non fare shopping il primo maggio. Il motivo della protesta è lo stesso di sempre: alzare la voce contro il mondo della finanza. Contro quell'1% che detiene il potere economico. Gli indignati vogliono mantenere alta l'attenzione anche durante la campagna elettorale per le presidenziali. Domani sarà anche un banco di prova per i manifestanti, in vista della protesta al vertice Nato che si terrà a Chicago il 20 e 21 maggio. In quel giorno ci dovrebbero essere 50 mila manifestanti pronti a protestare contro la gestione delle guerre da parte della Nato.

Commenta Stampa
di Emanuele De Lucia
Riproduzione riservata ©