Dal mondo / America

Commenta Stampa

Una ricerca della FAA denuncia il grave problema

Usa: i piloti di aereo sono svogliati e senza allenamento


Usa: i piloti di aereo sono svogliati e senza allenamento
19/11/2013, 18:41

USA - Un rapporto della FAA (Federal Aviation Administration, l'ente nazionale statunitense per il volo), pubblicato sul Wall Street Journal, getta molto discredito sul valore medio dei piloti di aereo delle linee statunitensi. 
Infatti, esaminando il comportamento in cabina di pilotaggio dei piloti, si è visto che essi dipendono eccessivamente dalla tecnologia, dalla sovrabbondante automazione ai comandi. In pratica, il pilota manovra solo al decollo e all'atterraggio; il resto del volo è comandato dal computer di bordo e dagli strumenti. Il rischio è che, in caso di problemi alla strumentazione elettronica, il pilota si trovi a gestire la situazione passivamente, anzichè controllarla. E' quello che si verifica nei simulatori, quando vengono staccati i controlli automatici. Il pilota si limita a cercare di tenere l'aereo in rotta, ma non fa null'altro. 
Ma i sistemi possono andare in tilt, come successe nell'Airbus dell'AirFrance che il 9 giugno 2009 si inabissò nell'Atlantico, provocando la morte di tutti i suoi occupanti. Certo, sono casi rari, ma che secondo lo studio si possono evitare, applicando una serie di regole, a cominciare da maggior esercizio fisico per i piloti, un uso maggiore dei comandi manuali durante il volo e un addestramento che deve considerare anche quelle anomalie nei problemi che si verificano con estrema rarità, ma che non sono impossibili.  

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©