Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

USA: INIZIATE LE OPERAZIONI DI VOTO, LUNGHE FILE AI SEGGI


USA: INIZIATE LE OPERAZIONI DI VOTO, LUNGHE FILE AI SEGGI
04/11/2008, 13:11

Iniziate ufficialmente le operazioni di voto negli Stati Uniti. Come previsto, si sono formate lunghe file di persone, davanti ai seggi, disseminati in tutti gli Stati; anche se in realtà circa 25 milioni di statunitensi hanno già votato col sistema dell'"early voting", cioè del voto anticipato. E tra le persone che ne hanno usufruito, c'è stata anche Madelyn Dunham, la nonna di Barack Obama, che pochi giorni prima di morire ha inviato il voto per posta, come consente di fare la legge.

Tra le curiosità di oggi, c'è per esempio il fatto che è stata pubblicata la cartella medica di Sarah Palin, che dimostra come la governatrice dell'Alaska sia in perfetta salute, non ha allergie o malattie per cui prenda farmaci regolarmente. Ma di questo ne erano sicuri quasi tutti; il problema principale erano - e sono - le incognite sulla salute di John McCain, che ha 72 anni - e quindi non è un ragazzino - e ha subito quattro operazioni chirurgiche per un melanoma della pelle molto aggressivo che l'ha colpito.

Ma nel frattempo sembra essere in buona salute il senatore dell'Arizona, visto che ieri ha fatto sette comizi in sette Stati differenti ed anche oggi ne sono in programma altri due. Mentre Barack Obama, che ha questa superstizione, passerà parte della giornata giocando a basket, in attesa degli eventuali festeggiamenti di stasera. Intanto un primo risultato beneagurante per i democratici: dopo la vittoria a Dixville Notch, per 15 voti a 6, anche Hart's Location è stata conquistata, con 16 voti contro i 10 di McCain. Era dal 1968 che in questi due paesini del New Hampshire, che per tradizione sono i primi due a votare, perchè i seggi vengono aperti a mezzanotte, non prevalevano i democratici.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©