Dal mondo / America

Commenta Stampa

Messa al bando di Bloomberg dei bibitoni super-size

Usa, la crociata contro le bibite gassate divide gli elettori

Ma la proposta non piace ai cittadini della Grande Mela

Usa, la crociata contro le bibite gassate divide gli elettori
13/06/2012, 16:06

La recente proposta del sindaco di New York, Michael Bloomberg, sulla messa al bando dei 'bicchieroni' super-size di bevande gassate per combattere l'obesita' divide l'opinione pubblica newyorkese. Il 51% degli abitanti della Grande Mela, che hanno partecipato al sondaggio dell'Universita' di Quinnipiac, si oppone al divieto, contro il 46% che sostiene la proposta del sindaco. Il sondaggio, riferisce il sito politico, proposto a oltre mille cittadini newyorkesi, ha anche mostrato che gli uomini sono i maggiori oppositori della proposta, bocciata dal 55% di loro, a differenza delle donne, il 50% delle quali approverebbe la misura. Inoltre, la proposta di Bloomberg, incontra maggiori favori (51%) tra i cittadini che si dichiarano elettori del partito democratico. "Se lo scopo del governo non e' quello di migliorare la salute e la longevita' dei suoi cittadini, non so cosa ci stia a fare", si e' difeso Bloomberg replicando agli avversari che lo criticano soprannominandolo "The Nanny", "la tata". La proposta sul divieto di vendere bibite gassate per combattere l'obesita', soprattutto tra i giovani, ha trovato il sostegno di illustri personaggi Usa, tra cui un Todd Putman, ex manager (pentito) della Coca Cola, e la first lady Michelle Obama, sempre in prima fila con la sua ormai famosa crociata salutista in favore di cibi sani 'innaffiati' con acqua e latte.

Commenta Stampa
di Veronica Riefolo
Riproduzione riservata ©