Dal mondo / America

Commenta Stampa

Quattro persone hanno citato in giudizio lo Jonah

Usa: la "terapia di conversione" per gay in Tribunale per frode


Usa: la 'terapia di conversione' per gay in Tribunale per frode
06/12/2012, 21:26

NEW JERSEY (USA) - Negli Stati Uniti (e non solo) ci sono centri pseudomedici - per lo più gestiti da enti religiosi - che considerano l'omosessualità una malattia e che quindi si offrono di curarla, mediante un trattamento a base di ormoni sessuali (maschili o femminili a seconda dei casi), farmaci ipnotici e simili. Un trattamento senza alcuna valenza medica e senza possibilità di successo, dato che le cause dell'omosessualità sono genetiche. 
Per questo quattro persone, stanche di spendere migliaia e migliaia di dollari al Jonah (è il nome biblico Giona, ma anche l'acronimo di Jews Offering New ALternatives for Healing, cioè Centro ebraico che offre nuovi trattamenti per guarire), hanno citato in giudizio l'istituto per frode. In particolare hanno aggiunto che, quando chidevano ai medici perchè la cura non facesse effetto, la risposta che ricevevano era che "era colpa loro". 
In realtà i medici seri lo dicono apertamente che non esiste cura che possa curare l'omosessualità. Perchè l'omosessualità non è una malattia, nè un disturbo mentale, come dicono gli esponenti della Chiesa; è semplicemente uno stato di essere

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©

Correlati