Dal mondo / America

Commenta Stampa

Era tra i possibili rivali del repubblicano McConnell

Usa, l'attrice Ashley Judd rinuncia a candidarsi al Senato

Secondo un sondaggio, era in testa per la nomination

Usa, l'attrice Ashley Judd rinuncia a candidarsi al Senato
28/03/2013, 13:14

NEW YORK - Ashley Judd rinuncia alla carriera politica. L'attrice, che sembrava intenzionata a candidarsi al Senato, ha reso noto su Twitter che non sfiderà il leader della minoranza repubblicana Mitch McConnell in Kentucky.
"Dopo una seria riflessione, ho capito che le mie responsabilità e la mia energia in questo momento devono essere dedicate alla mia famiglia. Con rammarico, non posso al momento prendere in considerazione una campagna per il Senato" ha scritto l'attrice. I democratici hanno individuato in McConnell l'avversario più importante da battere alle elezioni di midterm del 2014; il partito del presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, dovrà difendere 21 seggi, i repubblicani invece quattordici.
Judd, cresciuta in Kentucky, attivista democratica, aveva preso in considerazione l'ipotesi di candidarsi contro un avversario vulnerabile, secondo i sondaggi. Per un sondaggio di Public Policy Polling, Judd era la prima scelta per gli elettori democratici, ed era indietro di quattro punti percentuali nell'ipotetico confronto con McConnell. Guy Cecil, direttore esecutivo del Democratic Senatorial Campaign Committee, il comitato che si occupa delle campagne elettorali democratiche per il Senato, aveva recentemente definito Judd e il segretario di Stato del Kentucky, Alison Lundergan Grimes, "candidati di qualità" del partito.
Quest'ultima, eletta nel 2011, ha ricevuto il sostegno alla candidatura - secondo Usa Today - anche dell'ex presidente Bill Clinton, amico di famiglia. Secondo Abc News, comunque, l'ex capo di Stato aveva incoraggiato anche Judd a candidarsi. Judd - che a gennaio ha annunciato il divorzio dal pilota Dario Franchitti, dopo dieci anni di matrimonio - aveva promesso al partito che avrebbe preso una decisione prima del Kentucky Derby, la celebre competizione ippica in programma quest'anno il 4 maggio.
Le sue recenti apparizioni pubbliche, compresa quella al forum per la salute delle donne alla George Washington University, avevano lasciato immaginare un coinvolgimento dell'attrice nella corsa al Senato. In una serie di messaggi su Twitter, Judd si è detta molto felice di aver parlato con i cittadini del Kentucky, "che hanno espresso il desiderio di un nuovo leader, e di qualcuno che si batta per la gente", assicurando che continuerà a lavorare duramente per fare in modo che il seggio di McConnell torni ai democratici.

Commenta Stampa
di Veronica Riefolo
Riproduzione riservata ©