Dal mondo / America

Commenta Stampa

A Wesley Chapel in Florida

Usa: lite al cinema, ex poliziotto spara e uccide 43enne

L'assassino aveva chiesto di smettere di scrivere sms

Usa: lite al cinema, ex poliziotto spara e uccide 43enne
14/01/2014, 16:09

WESLEY CHAPEL (FLORIDA) - Ennesima morte assurda negli Stati Uniti, l’ennesima per colpa di un’arma da fuoco. Il fatto è avvenuto in Florida, a Wesley Chapel, dove un agente della polizia in pensione ha sparato un uomo di 43 anni. La vittima, Chad Oulson è stata colpita mentre si trovava al cinema con la moglie. Le autorità locali hanno fatto sapere che la sparatoria è iniziata dopo che Reeves - l'assassino - ha chiesto al 43enne Chad Oulson di smettere di scrivere sms mentre i due, accompagnati dalle rispettive consorti, erano al cinema.
L'ex poliziotto e la moglie erano seduti proprio dietro Oulson e la sua compagna. Al richiamo di spegnere il cellulare, Oulson ha risposto che stava scrivendo un messaggio alla figlia di 3 anni. Da li è cominciata una discussione, i toni si sono alzati e Reeves, 71 anni, ha così estratto la pistola e ha aperto il fuoco contro Oulson, seminando il panico tra i presenti. Il 43enne è morto poco dopo in ospedale. Ferita anche sua moglie, che invano ha tentato di proteggere il marito facendogli scudo con una mano.
L'uomo è morto in ospedale, dove è stato trasportati con un elicottero, mentre la donna non è considerata in pericolo di sua vita. "E' assolutamente pazzesco arrivare fino ad livello del genere", ha poi affermato lo sceriffo in una intervista tv.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©