Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

USA: NEI SONDAGGI OBAMA +14 SU MCCAIN


USA: NEI SONDAGGI OBAMA +14 SU MCCAIN
15/10/2008, 09:10

C'è quasi da credere che siano falsi o artefatti, molti dei sondaggi che vengono pubblicati sui giornali o di cui si parla in Tv negli Stati Uniti, a proposito delle elezioni presidenziali del 4 novembre. Ed obiettivamente quello fatto dalla collaborazione della CBS con il Washington Post è sempre stato nelle ultime settimane, uno dei più favorevoli ad Obama. Ma l'ultimo ha dell'incredibile: alle prossime elezioni, il 53% degli intervistati ha risposto che voterà Obama, mentre solo il 39% è disposto a votare McCain. 14 punti di differenza sono una enormità, anche se si vuole considerare il nomale margine di errore che questi sondaggi hanno (valutato nel 2-3%) e la paura dei democratici che molti di quelli che dicono che voteranno Obama, in realtà poi non lo farebbero per razzismo.

Secondo gli analisti, a causare questa ulteriore perdita di consensi a McCain, hanno contribuito gli attacchi personali fatti ad Obama, che vengono considerati come un boomerang in termini di riscontro elettorale; ma anche la scelta della Palin come futuro Vice Presidente, in quanto viene considerata assolutamente inadatta a ricoprire il ruolo per cui è candidata (e vistoc he McCain ha già subito quattro operazioni al cuore, in caso di vittoria non è detto che duri 4 anni), anche a causa delle continue gaffe che fa. L'ultima ieri, quando ha scambiato un gruppo di suoi fan per dimostranti della parte avversa.

Tuttavia non bisogna dimenticare anche che McCain è visto troppo vicino a Bush, politicamente parlando, ne sarebbe un continuatore, secondo molte persone. E poichè Bush ha toccato il minimo della storia americana come gradimento (peggio di lui solo Truman nel 1950, quando aveva contemporaneamente una crisi economica fortissima e il problema dell'invasione in Corea che stava andando malissimo), questo si riflette sul candidato repubblicano.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©